Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

AVVISO PUBBLICO PER LA COSTITUZIONE DI UN RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO E PART-TIME PER LA COPERTURA DEL POSTO DI RESPONSABILE DEI SETTORI 3°, 4° E 5°

Scheda di dettaglio

IL RESPONSABILE DEL SETTORE AFFARI GENERALI

SERVIZIO AL PERSONALE

 

in esecuzione della determinazione n. 56 del  14/02/2018

Vista la deliberazione della Giunta Comunale n. 21 del 07/02/2018 avente ad oggetto "Programmazione triennale fabbisogno di personale 2018/2020 " con la quale si è stabilito di avvalersi della procedura prevista dall' ex art. 110 comma 1 del TUEL per la copertura di un posto di cat. D3 per il Responsabile dei Settori 3°, 4° e 5°;

Visto l’art.  110 del  D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;

Visto l’art. 60 del vigente Regolamento per l’Ordinamento degli Uffici e dei Servizi;  

  

RENDE NOTO 

che è indetta una selezione pubblica per titoli e colloquio volta ad accertare il possesso dell'esperienza e della specifica professionalità per l'individuazione  di una unità di personale categoria giuridica D3, posizione economica di ingresso D3, profilo Funzionario Tecnico, a cui conferire la responsabilità dei Settori 3°, 4° e 5°, a tempo determinato e part-time a n. 20 ore settimanali, ai sensi dell’art. 110, comma 1, del D.Lgs. 267/2000, avente decorrenza dalla data di stipula del contratto e fino a scadenza del mandato del Sindaco.

L’incarico suddetto costituisce la prima destinazione del Responsabile prescelto. Pertanto, nel rispetto delle disposizioni legislative e contrattuali vigenti, nel corso del rapporto di lavoro l’Amministrazione si riserva la facoltà di stabilire un diverso contenuto dell’incarico dirigenziale conferito al soggetto selezionato, all’esito della presente procedura.

Criteri e modalità di valutazione delle prove concorsuali

Art. 1

Requisiti di accesso alla selezione

  • Per l'ammissione alla selezione sono richiesti i seguenti requisiti generali:

 

  1. cittadinanza italiana, ovvero cittadinanza di Stato membro dell’Unione Europea. I cittadini di uno Stato membro dell’Unione europea devono essere in possesso di tutti i requisiti previsti per i cittadini della Repubblica italiana e non essere stati esclusi dall’elettorato attivo e passivo, e devono avere un’adeguata conoscenza della lingua italiana. Sono equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica;
  2. idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni connesse al  L'Amministrazione ha facoltà di  sottoporre  a  visita  medica  il  soggetto con cui deve essere stipulato il contratto di lavoro, in base alla vigente normativa;
  3. non essere esclusi dall’elettorato politico attivo; per i cittadini appartenenti ad uno Stato membro dell’Unione Europea, il godimento dei diritti civili e politici deve essere posseduto anche nello Stato di appartenenza e di provenienza, qualora previsti;
  4. non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
  5. non essere stati dichiarati decaduti da un pubblico impiego, ai sensi dell’art. 127, 1° comma, lett. d), del DPR 10/01/1957, n. 3;
  6. non aver riportato condanne penali che impediscano ai sensi delle vigenti disposizione in materia, la costituzione del rapporto d’impiego con Pubbliche Amministrazioni.
  7. assenza di cause di incompatibilità, inconferibilità dell'incarico ai sensi delle normative vigenti;
  8. assolvimento degli obblighi militari, ove tenuto,
  • In aggiunta ai requisiti generali di cui al comma precedente è, inoltre, necessario che il candidato risulti anche in possesso dei seguenti requisiti specifici:

 

  1. abbia conseguito uno dei seguenti diplomi di laurea (DL) di cui all’ordinamento previgente al D.M. 3 novembre 1999, n. 509 (lauree del vecchio ordinamento) o titoli ad esse equiparati (Decreto interministeriale 9 luglio 2009: “equiparazione tra lauree di vecchio ordinamento, lauree specialistiche e lauree magistrali”) o equipollenti (per coloro che sono in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero, l’equipollenza con il titolo richiesto dovrà risultare da idonea certificazione rilasciata dalle competenti autorità): INGEGNERIA O ARCHITETTURA
  2. abbia ricoperto incarichi dirigenziali o equiparati presso settori tecnici nelle pubbliche amministrazioni, per un periodo non inferiore a cinque anni;
  3. sia iscritto nell'apposito Albo professionale.

Tutti i requisiti prescritti per l’ammissione dovranno essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente avviso (19 marzo 2018).

 

 

Art. 2

Domanda di partecipazione

 

Il candidato nella domanda chiederà espressamente di voler partecipare alla procedura, indicandone l’oggetto, e rilascerà le seguenti dichiarazioni sotto la propria responsabilità:  

  1. il cognome, nome, luogo e la data di nascita, residenza e codice fiscale;
  2. l’indirizzo al quale devono essere inviate le comunicazioni relative alla presente procedura (precisando anche l’esatto numero di C.A.P., l’eventuale numero di telefono e l’impegno a far conoscere le successive eventuali variazioni dell’indirizzo dato);
  3. di essere a conoscenza di tutti i requisiti d’accesso, così come richiesti dal presente avviso e di esserne in possesso;
  4. di aver ricevuto l’informativa sul trattamento dei dati personali;
  5. di essere consapevole delle sanzioni penali, per le ipotesi di falsità in atti e di dichiarazioni mendaci, ed inoltre della decadenza dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base delle dichiarazioni non veritiere.

 

Alla domanda dovranno essere allegati:

 

  • curriculum debitamente sottoscritto dal candidato, eventualmente corredato della relativa documentazione probatoria o di supporto;
  • fotocopia di un documento di identità in corso di validità legale.

La firma in calce alla domanda è obbligatoria (costituendo la mancanza un vizio non sanabile), ma la predetta non dovrà essere autenticata.

 

Quanto dichiarato sotto la propria responsabilità nella domanda di partecipazione alla selezione equivale a dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28.10.2000, n. 445.

 

 

Art. 3

Presentazione della domanda

 

La domanda:  

  1. a) deve essere indirizzata all’Ufficio Personale del Comune di Soleto, Via Umberto I, n. 4 (Palazzo Porta San Vito) -73010 - Soleto (Le);
  2. b) con qualsiasi mezzo sia inoltrata deve PERVENIRE al Comune di Soleto entro i seguenti termini temporali: dal 15 febbraio 2018 al 19 marzo 2018 a PENA DI ESCLUSIONE;
  3. c) a mano deve essere consegnata all’Ufficio Protocollo del Comune di Soleto (dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 13,30). La data di presentazione è comprovata dal timbro di ricevuta apposto dall’ufficio;
  4. d) per posta, a mezzo di raccomandata A. R., purché pervenga all’Ente a pena di esclusione entro il 19 marzo 2018 (non fa fede la data del timbro postale dell’ufficio accettante);
  5. e) trasmessa dalla casella di posta elettronica certificata (PEC) del candidato alla casella di posta elettronica certificata istituzionale (PEC) del Comune di Soleto comune.soleto@pec.rupar.puglia.it entro la data di scadenza del bando. Qualora il candidato spedisca la domanda da una casella di posta non certificata verso la casella PEC dell’Ente, la domanda sarà esclusa dalla selezione. La casella di posta certificata del candidato deve essere a lui inequivocabilmente riconducibile ai fini della certezza della provenienza pena l'esclusione della domanda. Se il candidato dispone di firma digitale, quest’ultima integra anche il requisito della sottoscrizione autografa. Se il candidato non dispone della firma digitale, la domanda di partecipazione dovrà risultare sottoscritta (firmata in calce) e corredata da documento di identità in corso di validità, a pena di esclusione. A fini informativi e divulgativi si specifica che la spedizione della domanda effettuata da un candidato dalla propria casella di PEC verso la casella di PEC dell’Amministrazione ha il valore legale di una raccomandata con ricevuta di ritorno.

N.B. Le domande di partecipazione ed i relativi allegati trasmessi mediante posta elettronica certificata saranno ritenute valide solo se inviate nei formati pdf, tiff o jpeg, senza macroistruzioni o codici eseguibili. Le domande trasmesse in formati diversi da quelli indicati  e/o indirizzate a caselle di posta elettronica diverse da quella indicata, saranno considerate irricevibili.

Sulla busta o nell’oggetto dell'e-mail  deve essere riportato l’oggetto del presente avviso.  

Se la domanda non sarà pervenuta al Comune di Soleto entro i termini temporali sopra indicati, il candidato sarà escluso dalla procedura selettiva e l’Ente non risponderà dei disguidi non imputabili ai propri uffici.

La prova dell’avvenuta ricezione della domanda di partecipazione resta a carico e sotto la responsabilità del candidato al quale compete scegliere il sistema di trasmissione della stessa, fra quelli previsti.

Art. 4

Ammissione delle domande

Le istanze pervenute entro i termini indicati nel presente avviso saranno preliminarmente esaminate dal responsabile del servizio personale, che verificherà la presenza del curriculum e dei requisiti soggettivi prescritti dall’avviso e adotterà il provvedimento di ammissione alla selezione.

Comporta l’esclusione dalla selezione:

  • il mancato rispetto dei termini di scadenza per la presentazione della domanda;
  • la mancanza di sottoscrizione in calce alla domanda ovvero della firma digitale in caso di istanza inviata a mezzo PEC;
  • il mancato invio per PEC da indirizzo non riconducibile in maniera inequivocabile al candidato;
  • la presentazione della domanda con modalità difformi da quanto previsto nel presente avviso;
  • la mancanza del Curriculum vitae del candidato, debitamente sottoscritto e corredato dalla fotocopia del documento di identità in corso di validità;

 

L’esito dell’ammissione alla procedura sarà comunicato mediante la sola pubblicazione sul sito istituzionale: www.comune.soleto.le.it. nella sezione "Amministrazione Trasparente – Bandi di concorso" con valore di notifica a tutti gli effetti di legge. È esclusa ogni altra forma di comunicazione.

 

Il colloquio si terrà in data 05 aprile 2018 alle ore 17 presso la sede comunale di Via Umberto I, n. 4 (Palazzo di Porta San Vito). Tale comunicazione ha valore di notifica a tutti gli effetti di legge. Si invitano i candidati a consultare il sito istituzionale del Comune di Soleto in cui potranno essere inserite comunicazioni in merito al colloquio fino al giorno precedente la data fissata per il colloquio medesimo. È esclusa ogni altra forma di comunicazione.

Il concorrente che non si presenti nel giorno stabilito per la prova, si considera rinunciatario e viene escluso dalla selezione.

Art. 5

Processo valutativo 

 

La selezione dei candidati idonei verrà effettuata da una Commissione mediante un colloquio e la successiva valutazione dei curricula vitae.

La Commissione Selezionatrice sarà composta secondo quanto stabilito dall’art. 9 dell'Allegato 6) del vigente regolamento per l’ordinamento degli Uffici e dei Servizi (giusta delibera di G.C. n. 176 del 14/12/2004).

La Commissione ha a disposizione per la valutazione dei candidati complessivamente 60 punti, di cui 30 punti per il curriculum e 30 punti per la prova d’esame.

ELEMENTI ESSENZIALI DEL COLLOQUIO E VALUTAZIONE

Il colloquio ha lo scopo di verificare il possesso, da parte del candidato, dei requisiti attitudinali e professionali richiesti per il posto da ricoprire. La Commissione valuterà il colloquio tenendo conto dei seguenti elementi:

  • Preparazione professionale specifica;
  • Grado di autonomia nell’esecuzione del lavoro;
  • Conoscenza di tecniche e procedure predeterminate necessarie all’esecuzione del lavoro;
  • Capacità di individuare soluzioni innovative rispetto all’attività svolta.

Il colloquio potrà essere articolato a titolo esemplificativo come segue:

  • illustrazione di uno o più temi/argomenti/pareri, inquadrati in un contesto di nozioni teoriche;
  • spiegazione delle modalità di redazione di uno o più atti giuridico-amministrativi, tecnici, organizzativi, inerenti studi di fattibilità relativi a scelte organizzative, programmi, progetti, interventi, elaborazioni grafiche, inquadrati in un contesto di nozioni teoriche;
  • individuazione ed inquadramento di casi pratici, di uno o più iter procedurali o percorsi operativi, inquadrati in un contesto di nozioni teoriche;
  • soluzione di casi, la simulazione di interventi, inquadrati in un contesto di nozioni teoriche;
  • qualsiasi prova ritenuta idonea e finalizzata ad accertare, in capo ai soggetti interessati, il possesso di comprovata esperienza pluriennale e specifica professionalità nelle materie oggetto dell’ incarico.

Il colloquio si intenderà superato se il candidato riporterà un punteggio non inferiore a 21/30.

CURRICULUM: VALUTAZIONE

L’esperienza professionale ed i titoli di servizio indicati nel curriculum, per i quali la Commissione Selezionatrice dispone di complessivi 30 punti di cui 20 punti per l'esperienza professionale e 10 punti per i titoli di servizio saranno valutati con i seguenti criteri:

  • Esperienza professionale:
  • Esperienza professionale attinente l'incarico da conferire, maturata in posizioni di responsabilità in organismi ed enti pubblici ovvero aziende pubbliche (max punti 5);
  • Incarichi di consulenza espletati per conto di enti pubblici e privati (max punti 3);
  • Iscrizione in albi (max punti 2);
  • Master (max punti 2);
  • Corsi di formazione, perfezionamento e specializzazione con valutazione finale (max punti 2);
  • Attività di partecipazione a congressi e convegni come relatore (max punti 1);
  • Attività di insegnamento in materie connesse all'incarico da ricoprire (max punti 1);
  • Pubblicazioni (max punti 2);
  • Possesso di altra laurea oltre quella richiesta per l'accesso (max punti 1);
  • Altri titoli che possono essere indicati dal concorrente (max punti 1).
  • Titoli di servizio (requisito minimo obbligatorio richiesto cinque anni di incarico dirigenziale o equiparato presso settori tecnici nelle P.A.)
  • servizio prestato in funzione dirigenziale, in ente con dirigenza punti 1 per anno di servizio (0,5 per frazione di anno superiore ad un semestre);
  • servizio prestato in funzione apicale con incarico di P.O., in ente privo di dirigenza punti 0,8 per anno (0,4 per frazione di anno superiore ad un semestre);
  • servizio prestato in funzione non apicale, senza incarico di P.O. punti 0,4 per anno (0,2 per frazione di anno non inferiore a un semestre);

 

Art. 6

Conferimento dell'incarico

 

Spetta al Sindaco conferire l’incarico di cui trattasi, con proprio atto previa verifica da parte della Commissione Giudicatrice del contenuto delle dichiarazioni sostitutive.

La presente selezione non determina alcun diritto al posto né deve concludersi necessariamente con il conferimento dell’incarico a taluno dei soggetti partecipanti, rientrando nella piena discrezionalità dell’Amministrazione valutare la sussistenza di elementi che soddisfano le esigenze della professionalità richiesta.

L’affidamento dell’incarico di che trattasi rimane comunque subordinato alla normativa vigente al momento del conferimento stesso, alle disposizioni che dovessero essere emanate da parte degli organi competenti in materia, nel caso dovessero disporre l’impossibilità da parte dell’Ente di procedere all’instaurazione del rapporto individuale di lavoro. Il rapporto di lavoro sarà costituito e regolato da contratto di lavoro individuale, secondo le disposizioni di legge, della normativa comunitaria e dei vigenti contratti collettivi di lavoro del Comparto Regioni-Autonomie locali degli enti locali e secondo quanto sopra indicato.

Il conferimento dell'incarico a cura del Sindaco, con proprio decreto, nonché la stipula del contratto di lavoro saranno effettuati non appena concluso il processo valutativo di cui all'art. 5 del presente avviso. la verifica circa il possesso dei requisiti personali, culturali e professionali dichiarati nella domanda di partecipazione alla selezione, a seguito dell'avvenuta acquisizione da parte dell'ente datore di lavoro della relativa documentazione probatoria delle dichiarazioni effettuate all'atto della presentazione della domanda di partecipazione.

Qualora dai suddetti accertamenti emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive, non si darà luogo al conferimento dell'incarico e alla conseguente stipula del contratto di lavoro e l'Amministrazione procederà inoltre alla denuncia all'Autorità Giudiziaria del candidato che abbia reso dichiarazioni sostitutive non veritiere. All'uopo si rimanda a quanto previsto dall'art. 76 del D.P.R. n.445/2000 recante "Norme Penali".

In nessun caso il rapporto di lavoro a tempo determinato potrà trasformarsi in rapporto di lavoro a tempo indeterminato. Il candidato prescelto dovrà assumere servizio entro il termine comunicato, in difetto sarà dichiarato decaduto. L'Amministrazione ha facoltà, comunque, nei limiti temporali di efficacia della predetta graduatoria, di stipulare nuovo contratto con il candidato secondo in graduatoria, partecipante alla selezione in caso di risoluzione dell'originario negozio per qualsiasi causa intervenuta

 

 

Art. 7

Durata del rapporto e trattamento economico

Il candidato utilmente selezionato, ai sensi dell’art. 110, comma 1 del  D. Lgs n. 267/2000, stipulerà un contratto di lavoro a tempo determinato e part-time per n. 20 ore settimanali, della durata fino alla scadenza del mandato del Sindaco, secondo un'articolazione oraria che verrà definita in sede contrattuale.

Compete al titolare del costituendo rapporto il trattamento economico determinato in base alle norme contrattuali ed alla disciplina aziendale vigenti ed applicabili ai dirigenti a tempo indeterminato.  Il trattamento economico è soggetto alle trattenute previdenziali, assistenziali e fiscali a norma di legge. Pertanto la struttura della retribuzione per 12 mensilità si compone di:

  • stipendio tabellare (13 mensilità) Euro 13.519,80
  • indennità di vacanza contrattuale (12 mensilità) Euro  101,40
  • indennità di comparto             Euro  345,96

                                                                  Totale                  Euro 15.102,26

Art. 8

Periodo di prova

Dalla data di assunzione dell’incarico il dipendente sarà sottoposto ad un periodo di prova della durata di tre mesi.

Art. 9

Pari opportunità

 

L’amministrazione garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro.

Art. 10

Trattamento dei dati personali

 

Ai sensi del Decreto legislativo n. 196/2003, il trattamento dei dati personali forniti dai candidati sarà improntato ai principi di correttezza, liceità, trasparenza, tutelando la riservatezza ed i diritti dei candidati medesimi. In particolare, secondo l’art. 13 di tale decreto, si informa che il trattamento è finalizzato esclusivamente all’espletamento delle attività concorsuali, al fine del reclutamento personale e successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo. I dati saranno trattati con l’ausilio di procedure anche informatizzate e verranno conservati in archivi informatici e cartacei. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dalla selezione.

Il Responsabile del trattamento  è il Responsabile dell’Ufficio Personale. Il Responsabile del procedimento relativo alla selezione, ai sensi e per gli effetti di cui alla Legge 07.08.90, n. 241 e ss. mm., è il Responsabile del Settore Affari Generali.

 

Art. 11

Informazioni 

 

Per eventuali ulteriori informazioni e delucidazione è possibile rivolgersi all’Ufficio Personale del Comune di Soleto, dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 13.30 (tel. 0836.1904154 - e-mail ufficiopersonale@comune.soleto.le.it).

Per quanto non espressamente previsto dal presente avviso di selezione si fa riferimento alle norme legislative, regolamentari e contrattuali nazionali, allo Statuto ed ai Regolamenti dell’Ente. Il presente avviso è emanato in osservanza delle riposizioni di cui alle leggi n. 104/1992 e n. 68/1999 “Norme per il diritto al lavoro dei disabili”, nonché nel rispetto del principio delle pari opportunità tra uomini e donne ai sensi della Legge n. 125/1991 e degli artt. 7 e 57 del D.lgs. nr. 165/2001. L’Ente si riserva il diritto di modificare, prorogare o eventualmente revocare il presente avviso a suo insindacabile giudizio.

Il presente avviso sarà pubblicato all’albo pretorio informatico dell’Ente dal giorno  15 febbraio 2018 fino al giorno 19 marzo 2018 (durata temporale d’apertura dell’avviso) e sarà anche reperibile sul  sito  www.comune.soleto.le.it                                                                                   

Data  15/02/2018

                                                                                  IL SEGRETARIO GENERALE

   Dr.ssa Tartaro Consuelo              

Documenti e link

Torna a inizio pagina