Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

AVVISO PUBBLICO DI PER LA COSTITUZIONE DI UN RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO E A TEMPO PART-TIME PER LA COPERTURA DEL POSTO DI RESPONSABILE DEI SETTORI 3°, 4° E 5°INDIVIDUATI DAL REGOLAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI COMUNALI

Scheda di dettaglio

IL RESPONSABILE DEL SETTORE AFFARI GENERALI

SERVIZIO AL PERSONALE

in esecuzione della determinazione n. 45 del 06 febbraio 2017

Vista la deliberazione della Giunta Comunale n. 3 del 04/01/2017 avente ad oggetto "Programmazione triennale 2017/2019 del fabbisogno del personale" con la quale si è stabilito di avvalersi della procedura prevista dall' ex art. 110 comma 1 del TUEL per la copertura di un posto di cat. D3 per il Responsabile dei Settori 3°, 4° e 5°;

Visto l’art. 110 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;

Visto l’art. 60 del vigente Regolamento per l’Ordinamento degli Uffici e dei Servizi;

RENDE NOTO

che è indetta una selezione pubblica per titoli e colloquio volta ad accertare il possesso dell'esperienza e della specifica professionalità per l'individuazione di una unità di personale categoria giuridica D3, posizione economica di ingresso D3, profilo Funzionario Tecnico, a cui conferire la responsabilità dei Settori 3°, 4° e 5°, a tempo determinato e part-time a n. 20 ore settimanali, ai sensi dell’art. 110, comma 1, del D.Lgs. 267/2000, avente decorrenza dalla data di stipula del contratto e per 12 mesi rinnovabili.

L’incarico suddetto costituisce la prima destinazione del Responsabile prescelto. Pertanto, nel rispetto delle disposizioni legislative e contrattuali vigenti, nel corso del rapporto di lavoro l’Amministrazione si riserva la facoltà di stabilire un diverso contenuto dell’incarico dirigenziale conferito al soggetto selezionato, all’esito della presente procedura.

Criteri e modalità di valutazione delle prove concorsuali

La selezione dei candidati idonei verrà effettuata da una Commissione mediante un colloquio e la successiva valutazione dei curricula vitae.

La Commissione Selezionatrice sarà composta secondo quanto stabilito dall’art. 9 dell'Allegato 6) del vigente regolamento per l’ordinamento degli Uffici e dei Servizi (giusta delibera di G.C. n. 176 del 14/12/2004).

La Commissione ha a disposizione per la valutazione dei candidati complessivamente 60 punti, di cui 30 punti per il curriculum e 30 punti per la prova d’esame.

ELEMENTI ESSENZIALI DEL COLLOQUIO E VALUTAZIONE

Il colloquio ha lo scopo di verificare il possesso, da parte del candidato, dei requisiti attitudinali e professionali richiesti per il posto da ricoprire. La Commissione valuterà il colloquio tenendo conto dei seguenti elementi:

  • Preparazione professionale specifica;
  • Grado di autonomia nell’esecuzione del lavoro;
  • Conoscenza di tecniche e procedure predeterminate necessarie all’esecuzione del lavoro;
  • Capacità di individuare soluzioni innovative rispetto all’attività svolta.

Il colloquio potrà essere articolato a titolo esemplificativo come segue:

  • illustrazione di uno o più temi/argomenti/pareri, inquadrati in un contesto di nozioni teoriche;
  • spiegazione delle modalità di redazione di uno o più atti giuridico-amministrativi, tecnici, organizzativi, inerenti studi di fattibilità relativi a scelte organizzative, programmi, progetti, interventi, elaborazioni grafiche, inquadrati in un contesto di nozioni teoriche;
  • individuazione ed inquadramento di casi pratici, di uno o più iter procedurali o percorsi operativi, inquadrati in un contesto di nozioni teoriche;
  • soluzione di casi, la simulazione di interventi, inquadrati in un contesto di nozioni teoriche;
  • qualsiasi prova ritenuta idonea e finalizzata ad accertare, in capo ai soggetti interessati, il possesso di comprovata esperienza pluriennale e specifica professionalità nelle materie oggetto dell’ incarico.

Il colloquio si intenderà superato se il candidato riporterà un punteggio non inferiore a 21/30.

CURRICULUM: VALUTAZIONE

L’esperienza professionale ed i titoli di servizio indicati nel curriculum, per i quali la Commissione Selezionatrice dispone di complessivi 30 punti di cui 20 punti per l'esperienza professionale e 10 punti per i titoli di servizio saranno valutati con i seguenti criteri:

Esperienza professionale:

  • Esperienza professionale attinente l'incarico da conferire, maturata in posizioni di responsabilità in organismi ed enti pubblici ovvero aziende pubbliche (max punti 5);
  • Incarichi di consulenza espletati per conto di enti pubblici e privati (max punti 3);
  • Iscrizione in albi (max punti 2);
  • Master (max punti 2);
  • Corsi di formazione, perfezionamento e specializzazione con valutazione finale (max punti 2);
  • Attività di partecipazione a congressi e convegni come relatore (max punti 1);
  • Attività di insegnamento in materie connesse all'incarico da ricoprire (max punti 1);
  • Pubblicazioni (max punti 2);
  • Possesso di altra laurea oltre quella richiesta per l'accesso (max punti 1);
  • Altri titoli che possono essere indicati dal concorrente (max punti 1).

Titoli di servizio (requisito minimo obbligatorio richiesto cinque anni di incarico dirigenziale o equiparato presso settori tecnici nelle P.A.)

  • servizio prestato in funzione dirigenziale, in ente con dirigenza punti 1 per anno di servizio (0,5 per frazione di anno superiore ad un semestre);
  • servizio prestato in funzione apicale con incarico di P.O., in ente privo di dirigenza punti 0,8 per anno (0,4 per frazione di anno superiore ad un semestre);
  • servizio prestato in funzione non apicale, senza incarico di P.O. punti 0,4 per anno (0,2 per frazione di anno non inferiore a un semestre);
Torna a inizio pagina